Campania Afro Latin Congress 5a Edizione ✴ 15 / 16 / 17 Marzo 2019

FB_IMG_1540895229244

 

Siamo lieti di presentarvi la quinta edizione del Campania Afro
Latin Congress, appuntamento fisso ormai dell’arte musicale,
della cultura, della danza e del divertimento.
Uno staff artistico d’eccezione che abbraccia tutti gli stili delle
danze caraibiche e delle sue influenze, che vanno dalla radice
africana fino alle più moderne espressioni della danza.
La convention si esprimerà in un lasso di tempo di durata 3 giorni,
coprendo tutto il fine settimana dal 15 al 17 marzo, racchiudendo
staff, operatori, allievi, artisti e presenters in un vortice
adrenalinico di cultura ed emozioni indimenticabili, che
lasceranno il segno e vi accompagneranno fino alla prossima
edizione .

Durante la manifestazione,
si svolgerà la famosa gara di ballo ” Mojito’s Cup ” , punto di riferimento ormai per tutto l’occidente agonistico, con
a supporto sponsor d’eccezione che permettono un montepremi
di 10,000 € (premio in denaro), e numerose borse di studio e tour
nei migliori congressi d’Europa.
La fusione dei suddetti marchi, va a completare il sistema globale
col quale vogliamo vestire questo momento di aggregazione e
confronto che porta il nome di Campania Afro Latin Congress.

⚫GOLDEN TULIP RESORT –

MARINA DI CASTELLO

CASTEL VOLTURNO ( CE )
🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟

Salsa ● Bachata ● Afro ● Rumba ●

Reggaeton ● Timba ● Chachacha ● Kizomba
🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟🌟
Più di 60 ore di stage

Ospiti nazionali e internazionali

Dance Show

Dance Competition

Sala Salsa

Sala Bachata/Kizomba

2 serate danzanti

Animazione Latina

Showroom
🌟🌟🌟 work in progress 🌟🌟🌟

Staff artistico in continuo aggiornamento
Tante sorprese e novità caratterizzeranno questa 5a edizione ➡➡➡➡
Fb Campania Afro/Latin Congress

Info 📞 340 5588064 – 333 1862173 –
334 3694757

OPPURE AL TUO MAESTRO DI RIFERIMENTO


W O R K I N P R O G R E S S ➡

Sabato 25 Marzo – Ore 15.30 2° Appuntamento corso di formazione per il conseguimento all’abilitazione professionale Fipd’s ( Ente ItalianoTecnici della danza ) per la figura di Istruttore/Maestro di Ballo in Danze Caraibiche

 

fipds

Sabato 25 Marzo – Ore 15.30

2° Appuntamento corso di formazione per il conseguimento all’abilitazione professionale Fipd’s ( Ente ItalianoTecnici della danza )
per la figura di Istruttore/Maestro di Ballo in
Danze Caraibiche 📌

– La formazione potrà svolgersi in classi collettive o lezioni private –

LA FORMAZIONE SARA’ COORDINATA DAL:

M° Nicola Gelsomino ( Componente commissione tecnica danze caraibiche Fipd’s –Formatore Nazionale )

Info line 340 5588064
gelsominosalsa@gmail.com

Incontri teorico/pratico.

Gli appuntamenti verteranno sui seguenti argomenti:
1 ) La Musica nell’insegnamento della danza
2 ) Panorama storico
3 ) Body Isolation e Body Movement applicato alla Tecnica basilare
4 )Dizionario essenziale dell’istruttore/maestro di danza
5 )Programmi Didattici

Presentarsi agli appuntamenti con abbigliamento comodo e scarpe da ballo.

Attraverso una formazione che preceda le conoscenze specifiche e gli aspetti fondamentali adatti all’insegnamento della danza, e nello stesso tempo contribuisce ad arricchire il bagaglio tecnico/teorico necessario per il conseguimento della Qualifica Professionale di Istruttore/ Maestro

DOMENICA 20 NOVEMBRE ↩ STAGE di GESTUALITÀ FEMMINILE con Lia Valdes 📌 Gestualità Afro/Cubana & Rumba

img-20161115-wa0004

DOMENICA 20 NOVEMBRE ↩
STAGE di GESTUALITÀ FEMMINILE
con Lidia Valdes 📌
Gestualità Afro/Cubana & Rumba ➡
⚫ Dalle ore 17.00 alle ore 18.00 Principianti
⚫ Dalle ore 18.00 alle ore 19.00 Intermedio

LA MAESTRA È DISPONIBILE PER LEZIONI PRIVATE 📌

Info 340 5588064
gelsominosalsa@gmail.com

A.s.d International Salsa Blanca Dancers

Via Passariello, 141
Pomigliano D’Arco ( NA

Lia Valdes

Salsa, Rumba, LV Style, Casino, Cabaret
Ballerina professionista, diplomata presso la Scuola Nazionale di Spettacolo Musicale (ENEM) all’Avana, una delle scuole più prestigiose a Cuba.
Nacque a Matanzas da una famiglia di ballerini di rumba e fondatori della Rumba Matancera.
Nel 1997 ottenne il diploma di ballerina di spettacoli musicali e maestra d’arte, con solide basi di danza moderna, classica e Jazz.
Nel 2000 si trasferì in Francia entrando a far parte di diverse compagnie di danza e spettacolo come “il re leone” a disneyland, e altre ancora. Inoltre, insegnó salsa nella più rinomata scuola di ballo di Rey Martinez Piloto.
Lia prese parte sia alle riprese cinematografiche del film “Cloclo” del famoso autore Emilio Siri e sia ad un cortometraggio con il ruolo di attrice protagonista e coreografa.y

4° settembre 2016 – UN GRANDE PROGETTO COMUNE PER IL FUTURO

4° settembre 2016 – UN GRANDE PROGETTO COMUNE PER IL FUTURO

fipds

Cari Maestri Associati,

il 22 ottobre prossimo venturo la Federazione Italiana Danza Sportiva, a cui molti di Voi sono iscritti in veste di tecnici o ufficiali di gara, celebrerà le sue elezioni per il quadriennio 2017-2020.

Per evitare che le fratture e le forti contrapposizioni che hanno reso molto difficile la pacifica convivenza e lo sviluppo della nostra professione in questi anni turbolenti, ho patrocinato, insieme al presidente MIDAS Piercarlo Pilani, una serie di incontri, finalizzati alla ricerca di un progetto di concordia, con i principali esponenti del movimento.

L’obiettivo è quello di giungere alla redazione di un programma comune e di definire, tutti insieme, la selezione della classe dirigente a cui affideremo la realizzazione del programma. Questo, a mio avviso, è ciò che va fatto, in quanto, se continuiamo a elaborare progetti di contrapposizione e di separazione, ci troveremo nella difficoltà a fare ripartire la FIDS che in questi anni ha perso competitività internazionale, numeri e credibilità generale.

Per questo motivo abbiamo pensato di organizzare, per il 4 settembre 2016, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 circa, presso l’HOTEL SAVOIA REGENCY a BOLOGNA, una riunione riservata al consiglio federale FIDS, al comitato direttivo Nazionale FIPD, ai presidenti e delegati regionali FIPD, ai delegati di settore, ai presidenti regionali FIDS.

Sarà mia cura, inoltre, invitare le personalità che per ruolo, attività svolta ed importanza possano contribuire positivamente alla riuscita del progetto. Vi informo della possibilità di poter pranzare sul posto, presso il ristorante dell’Hotel, con buffet all’americana con posti a sedere, al prezzo in convenzione di 25,00 euro a persona, previa comunicazione/prenotazione da inviare via mail a: segreteria@fipd.it

Colgo l’occasione per porgere cordiali saluti ed auguri di buone vacanze.

Il Presidente

MATARESE Gianluca

TRADIZIONI AFROISPANICHE: INFLUENZE EUROPEE A SVILUPPO MONDIALE

TRADIZIONI AFROISPANICHE: INFLUENZE EUROPEE A SVILUPPO MONDIALE

danzon

Verso la fine del XVIII secolo a Cuba approdarono le navi statunitensi ed europee, evento che segnò la nascita di confluenze culturali e musicali: da un lato la classe borghese portatrice di un concetto di “danza” e “contradanza” tecnicamente sofisticato e dall’altro un meno aristocratico stile afro-ispanico-cubano.
Sull’isola la danza trovò sfogo in numerose sale da ballo tassativamente vietate al popolo cubano il quale decise di crearne delle nuove, luoghi in cui nacque il “danzon“, un ballo costituito da una serie di passi e movimenti amalgamati in chiave satirica, l’esatta parodia delle danze proprie delle classi borghesi.
Il danzon prevedeva un ritmo lento ed era eseguito secondo gli schemi di una base unica: dama e cavaliere passeggiavano l’uno sotto il braccio dell’altro salutando pseudo-elegantemente le coppie presenti in sala investendo uno spazio di ballo delimitato da un quadrato immaginario.
Tra gli strumenti musicali più utilizzati ricordiamo violini, flauti e pailas.
Con il tempo, però, il danzon subì un’evoluzione scandita dalla nascita del cosiddetto “danzonete“: i movimenti rigidi lasciarono spazio ad altri più morbidi e sinuosi in cui la flessione delle gambe favorí una sensualità adattata alle note di una musica definita da un ritmo più incalzante.

hqdefault
Nel 1950 il danzonete subì un rinnovamento stilistico e musicale generando il “guaracha“. Questo nuovo genere si originò nei bordelli dell’Habana espandendosi fino a Puerto Rico dove fu assorbito dalla tradizione musicale locale. Il guaracha, frutto del danzonete, iniziò a diffondersi a macchia d’olio con una caratteristica esasperazione dei movimenti morbidi del corpo unitamente ad una sempre più evidente flessione delle gambe.

SextHabanero72
Figlio del guaracha è il son, un genere musicale costituto da un ritmo continuo che non vede più la coppia ballare in uno spazio definito. Il son è considerato uno dei primi balli di coppia moderni. Nacque a Santiago de Cuba dalla fusione di stili europei (danzon) e danze campestri di fine ‘800. I suoi strumenti erano il tres, bongo, guiro e successivamente la marimbula. Questo nuovo ritmo influenzò talmente profondamente la cultura cubana al punto da contaminare ciò che in seguito verrà definito come mambo, come salsa e come timba (genere musicale più recente che subisce le influenze del jazz, rock’n’roll, disco, funk, hip Hop .

Orlando-Contreras_HistoriaMusical

Nel 1800 la cultura spagnola penetró talmente a fondo le tradizioni cubane che a Santiago de Cuba giunse qualcosa di nuovo: il boleros, prodotto del son e dell’habanera (danza di origini spagnole reinventata a Cuba con un ritmo lento e simile al tango). Il bolero arrivó, quindi, dalla Spagna quasi privo di strumenti a percussione che furono ben introdotti dai musicisti cubani partorendo così un mix di suoni generati da chitarre, battiti di mani (palmeo), claves, maracas e bonghi e raggiungendo il picco della popolarità tra gli anni ’30 e ’60.

hqdefault

*i contenuti di questo articolo hanno carattere divulgativo ed informativo.
** i contenuti di questo articolo trovano ispirazione dall’esperienza didattica e professionale dell’autore unitamente ad una selezionata ricerca sitografica e bibliografica.

Del M° Nicola Gelsomino